GuidaTuristicaVEROLI

VEROLI

città dei

"FASTI VERULANI"

 

LE CITTA' FORTIFICATE

VEROLI

e l' Abbazia Cistercense di CASAMARI

 

Da visitare :

Centro storico e cinta muraria

Calendario romano (Fasti verulani)

Museo e camminamento sotteraneo

Cattedrale di S Andrea

Chiesa di S Maria Salome e Scala Santa

Chiesa di S Erasmo

S Leucio

Rione S Croce

Museo del Duomo

Museo delle Erbe Erniche

Abbazia di Casamari

Museo Archeologico di Casamari

 

 

 

Veroli: è uno dei centri della Ciociaria più ricchi di storia, cultura ed arte. Notevoli le testimonianze e costruzioni di epoca preromana e romana tra cui il camminamento con le 4 camere sotteranee contigue, la sala con tratto di muro in opera poligonale, le sale del museo dove sono raccolti diversi reperti di epoca ernica, e i noti Fasti Verulani, un calendario del I secolo in cui venivano annotati i mercati, le feste e le ricorrenze

Nel suggestivo centro medievale si possono ammirare la basilica romanica di S. Erasmo fondata con il passaggio di S. Benedetto da Norcia durante il cammino da Subiaco a Montecassino,

S. Salome e la Scala Santa , che concede lo stesso privilegio di quella di S. Giovanni in Laterano di Roma;

la duecentesca Cattedrale di S. Andrea con il suo prezioso tesoro.

Pittoresco il Rione S. Croce che ha conservato l'architettura e l'ambiente medievali.

Tratti di Mura Megalitiche rappresentano i resti più antichi della città.

Interessanti anche il Museo delle Erbe (800 varietà) e la settecentesca Biblioteca Giovardiana con i suoi 18.000 volumi tra cui rari e preziosi incunaboli e manoscritti.

 

 

 

L'Abbazia di Casamari fu edificata sulle rovine dell'antico municipio romano chiamato  Cereatae,  perché dedicato alla dea  Cerere . Il nome  Casamari  è derivato poi da "Casa di Mario", patria di Caio Mario

,

celebre condottiero, sette volte  console  e avversario di  Silla  nella guerra civile dell' 88 a.C. , ricordato anche nel nome della strada lungo la quale sorge l'abbazia (che collega  Frosinone  con  Sora ):  via Mària .

Nel  XII secolo i monaci  benedettini  s'insediarono nel luogo e vi fondarono l'abbazia.

Nel  1005  alcuni monaci della vicina  Veroli  decisero di riunirsi in un monastero e scelsero  Cereatae-Casa Marii  edificando sui resti di un tempio di  Marte . 

Secondo alcuni storici è datata al  1005  l'erezione di una chiesa dedicata a  san Giovanni  e  san Paolo , mentre la costruzione del monastero si fa risalire al 1036.

Tra il  1140  ed il  1152  i monaci Cistercensi,il cui movimento  originatosi a Citeaux, sostituirono i monaci benedettini

L'abbazia fu costruita nel 1203 e consacrata nel 1217. E' uno dei più importanti monasteri italiani di architettura gotica cistercense.

 

La pianta dell'edificio è simile a quella dei monasteri francesi, mentre la facciata della chiesa presenta all'esterno un grandioso portico. Si entra nel monastero attraverso un'ampia porta a doppio arco. All'interno si trova un giardino la cui parte centrale è occupata dal chiostro. Esso è di forma quadrangolare, tutto contornato da bifore con colonnine binate.

 

L'aula capitolare è un ambiente formato da nove campate e da quattro pilastri ed è usata per le riunioni del capitolum . Dal chiostro, grazie a una porta, si entra nella grandiosa chiesa  a pianta basilicale a tre navate  con gli enormi pilastri cruciformi su cui poggiano le volte a crociera delle navate. Dietro l'altare dell'abbazia troviamo il bellissimo coro.

 

 

 



 

 

 

- Gracilia

- Giovanni Sulpicio (Umanista)
- Amedeo Maiuri (archeologo)

- Antonio Paleario - Giovanni Trulli (chirurgo) 
- Gaetano Bisleti (Cardinale)
- Luigi Alonzi (scrittore)
- Camillo Scaccia Scarafoni

"PIO PASTA ALL'UOVO"

Di Campoli Pio e Stirpe Anna via Vittorio Ellena, 1- Veroli Frosinone

Tel. 0775 230569

 

     
     

 

 

Web Design&Admin © StudioProgettazione