GuidaTuristicaARPINO

ARPINO

la Città di

CICERONE

e CAIO MARIO

 

Da visitare :

LE CITTA' FORTIFICATE

ARPINO

sulle orme di Saturno, Cicerone, Caio Mario

Gli Uomini e le Donne Illustri

- Civitavecchia di Arpino e l'Arco a Sesto Acuto e Torre di Cicerone

- Piazza del Municipio

- Collegiata di S. Michele Arcangelo

- Museo della Lana*

- Museo della Liuteria*

- Fondazione Mastroianni*

- Palazzo Iannuccelli* (il palazzo è privato e viene aperto al pubblico raramente e su esclusiva richiesta)

Arpino è una delle più belle città d'arte del Lazio e la tradizione la vuole fondata dal Dio Saturno come Alatri, Anagni, Atina e Antino (l'odierna Ferentino). Fu patria di grandi uomini illustri della storia antica e della storia dell'arte come Cicerone, Caio Mario e Giuseppe Cesari più noto come il "Cavalier d'Arpino". L' importanza della città era tale da essere collegata dalla antica Via Romana Via Latina i cui lastricati dei raccordi urbani sono tuttora visibili nella centro storico nella piazza Municipio, ricca di sculture che celebrano i suoi illustri figli e palazzi quali il palazzo Boncompagni, sede del Municipio, il Liceo Tulliano, la Collegiata di S. Michele Arcangelo. Splendida la collezione di opere d'arte esposta dalla Fondazione Mastroianni. La Fondazione, infatti, raccoglie ed espone al pubblico in una Mostra permanente, oltre cento opere tra sculture, disegni, bassorilievi, arazzi, cartoni, bozzetti scenografici realizzati dal grande artista contemporaneo Umberto Mastroianni.  Qui è conservato anche l'archivio personale del Maestro

Vicinissimi alla piazza sono numerosi palazzi d'epoca tra cui lo splendido palazzo Iannuccelli, il museo della Liuteria ed il Museo dell'Archeologia Industriale della Lana Arpino si adagia su tre colli ed in epoca preromana era situata sul colle ora denominato Civitavecchia di Arpino. Qui, alte ed intatte sono ancora le millenarie mura erette dal popolo dei Volsci con l'imponente Arco a Sesto acuto o Arco di Civita, e la Torre di Cicerone.

La torre detta "di Cicerone"

 

 

-  Marco Tullio Cicerone
- Caio Mario
-   Marco Vipsanio Agrippa
- Giuseppe Cesari detto "Il Cavalier d'Arpino" - San Francesco Saverio Maria Bianchi
-   Carlo Conti (musicista)
- Antonio Luigi Embergher (maestro liutaio)

 

 

 

Web Design&Admin © StudioProgettazione